News

Il METODO VOTIPORTIERISERIEA

11/03/2018

IL METODO

IL METODO DI VOTIPORTIERISERIEA In vendita il metodo del fondatore ed autore di questo sito, Stefano Cordoni, per gettare le basi di impostazione del tuffo del portiere di calcio Calzetti&a...
Continua...

La tecnica

17/06/2018

PORTIERI ALL’ATTACCO PALLA: VI RACCONTIAMO COME E’ ANDATA…

PORTIERI ALL’ATTACCO PALLA: VI RACCONTIAMO COME E’ ANDATA… Come voi che ci seguite sapete bene, la nostra visione è piuttosto diversa da quella che oggi viene definita...
Continua...

Varie

28/11/2018

ANCORA CON LA SCUOLA ITALIANA DEI PORTIERI?

ANCORA CON LA SCUOLA ITALIANA DEI PORTIERI? MA NON FATECI RIDERE… Avvertenze: la lettura di questo articolo prevede il tempo di almeno mezz’ora, se lo si legge superficialmente sen...
Continua...

Il commento

14/06/2018

VOTIPORTIERISERIEA CHIUDE (ABBIAMO FALLITO)

VOTIPORTIERISERIEA CHIUDE (O QUASI): ABBIAMO FALLITO! Ebbene sì, signori. Abbiamo fallito nel nostro intento. Otto anni fa c’era qualcosa che non ci tornava nell’impostaz...
Continua...

L'intervista

28/01/2014

FABRIZIO LORIERI

INTERVISTA  A FABRIZIO LORIERI, PREPARATORE DEI PORTIERI DEL SASSUOLO.  E’ con noi il preparatore dei portieri del Sassuolo, Fabrizio Forieri, che molti ricorderanno, tra le alt...
Continua...

Le vostre domande

21/01/2012

LE VOSTRE DOMANDE (18 risposte)

nr.18 risposte             Gli utenti che ci invieranno domande di interesse generale troveranno risposta in questa rubrica. 18) Ant...
Continua...

I VIDEO DI ALLENAMENTO

Il commentoPubblicato Martedì 08/03/2011

I VIDEO DI ALLENAMENTO DEI PORTIERI

Oggi vogliamo fare due considerazioni sui video e sul materiale in vendita relativo alla preparazione e all’allenamento dei portieri. Ci riferiamo a libri, video e riviste specializzate del settore che hanno inserti o sezioni dedicate al portiere.

Beninteso, noi non ci permettiamo minimamente di criticare questo materiale, interessante, e predisposto da persone assolutamente preparate e competenti.

Però vogliamo lo stesso fare alcune considerazioni.

Prendiamo un allenatore dei portieri di un settore giovanile di una squadra che milita in un qualunque campionato dilettanti della figc (1’ categoria, 2’ categoria o anche promozione o eccellenza). Come ci hanno già fatto notare i nostri ospiti nelle nostre interviste, per tanti motivi (di miopia o di budget da parte delle società) probabilmente il nostro allenatore sarà nel migliore dei casi un ex-portiere delle categorie dilettantistiche o, forse anche più spesso, una persona con del tempo libero e una grande passione.

Il nostro allenatore ci tiene a migliorarsi, e decide di guardarsi in giro per acquistare qualche testo o qualche DVD che lo possa aiutare nella gestione dell’allenamento dei propri portieri che, ricordiamo, sono ancora giovani e quindi da plasmare.

Che cosa troverà in commercio?

Oggi ci sono veramente tantissime pubblicazioni e video, spesso su argomenti specifici, ma quanto sono utili?

Se il nostro allenatore vuole capire meglio come insegnare  le palle alte e gli viene propinata un’intera pagina sull’analisi della traiettoria della palla e sull’importanza della capacità di orientamento spazio-temporale che cosa ne può ricavare di veramente utile, al di là di una pura conoscenza teorica, con terminologia corretta e appropriata?

Eppure le pubblicazioni sono quasi tutte così.

Ancora, il nostro allenatore dei portieri studia un sacco di libri di esercizi ed ha acquisito una grandissima capacità di variazione degli esercizi da proporre ai propri portieri (il portiere tocca il palo, va sul primo birillo, si tuffa a bloccare un pallone radente, si rialza e si tuffa sul tiro dalla parte opposta) ma se non è in grado di insegnare come tuffarsi e come rialzarsi, che utilità può dare ai propri giovani se questi dopo aver toccato dieci birilli e fatto quattro ostacoli si tuffano in maniera "sbagliata"?

Se non vi basta, facciamo un ultimo esempio: le palline da tennis. Stesso discorso di prima: a che serve se non si ha la tecnica, prima. E’ tutto utile ma solo una volta che il portiere abbia acquisito una impostazione del tuffo di base.

Senza l'impostazione tecnica di base i nostri portieri non potranno avere margini importanti di miglioramento per un effettivo salto di qualità.

Facciamo un ultimo esempio, usiamo una delle cosiddette “frasi storiche” di cui abbiamo parlato in altre occasioni: il portiere è il primo degli attaccanti. Verissimo, ma il portiere prima deve essere un “portiere”, e poi può essere il primo degli attaccanti.

Bene, andiamo a concludiamo questo nostro “pistolotto”.

Prima di imparare mille esercizi diversi cerchiamo di impostare bene i nostri portieri nel tuffo, nel volo, nel passo laterale e nella maniera di rialzarsi. Ricordiamoci questa grossa verità: il miglioramento della tecnica si ottiene solo attraverso la ripetitività del movimento e dell’esercizio. Non importa saper fare mille esercizi se il tuffo finale è sbagliato.

Ad esempio i portieri che hanno dei problemi sulle palle alte, una volta acquisita la tecnica e i piccoli segreti, possono migliorare solo ed esclusivamente allenandosi, allenandosi e allenandosi sui cross. La valutazione dello spazio-tempo è automatica, ma si ottiene solo con la ripetitività dell’esercizio.

Se conoscete pubblicazioni o riviste che indichino non una miriade di esercizi ma la tecnica per insegnare il tuffo, le palle alte, o il modo di rialzarsi, segnalatecele pure. 

Ti piace questo articolo? Condividilo!

 
Powered by Informind
Copyright © 2011. All Rights Reserved. XHTML e CSS validated.