News

Il METODO VOTIPORTIERISERIEA

11/03/2018

IL METODO

IL METODO DI VOTIPORTIERISERIEA In vendita il metodo del fondatore ed autore di questo sito, Stefano Cordoni, per gettare le basi di impostazione del tuffo del portiere di calcio Calzetti&a...
Continua...

La tecnica

17/06/2018

PORTIERI ALL’ATTACCO PALLA: VI RACCONTIAMO COME E’ ANDATA…

PORTIERI ALL’ATTACCO PALLA: VI RACCONTIAMO COME E’ ANDATA… Come voi che ci seguite sapete bene, la nostra visione è piuttosto diversa da quella che oggi viene definita...
Continua...

Varie

28/11/2018

ANCORA CON LA SCUOLA ITALIANA DEI PORTIERI?

ANCORA CON LA SCUOLA ITALIANA DEI PORTIERI? MA NON FATECI RIDERE… Avvertenze: la lettura di questo articolo prevede il tempo di almeno mezz’ora, se lo si legge superficialmente sen...
Continua...

Il commento

14/06/2018

VOTIPORTIERISERIEA CHIUDE (ABBIAMO FALLITO)

VOTIPORTIERISERIEA CHIUDE (O QUASI): ABBIAMO FALLITO! Ebbene sì, signori. Abbiamo fallito nel nostro intento. Otto anni fa c’era qualcosa che non ci tornava nell’impostaz...
Continua...

L'intervista

28/01/2014

FABRIZIO LORIERI

INTERVISTA  A FABRIZIO LORIERI, PREPARATORE DEI PORTIERI DEL SASSUOLO.  E’ con noi il preparatore dei portieri del Sassuolo, Fabrizio Forieri, che molti ricorderanno, tra le alt...
Continua...

Le vostre domande

21/01/2012

LE VOSTRE DOMANDE (18 risposte)

nr.18 risposte             Gli utenti che ci invieranno domande di interesse generale troveranno risposta in questa rubrica. 18) Ant...
Continua...

Il nostro commento alle dichiarazioni di Oscar Damiani

Il commentoPubblicato Lunedì 02/11/2015

Il commento di Oscar Damiani sui portieri italiani

"L'errore sulla punizione di Berardi parte da lontano, parte dalla preparazione dei portieri. C'è un errore di fondo, perché da 30 metri non si possono mettere 5-6 uomini in barriera. Il problema è qui, i portieri italiani sono mal preparati. Il gol preso da Donnarumma comunque ci può stare, non sempre è un errore prendere gol sul proprio palo".

Questo il commento di Oscar Damiani dopo la prima partita del giovanissimo portiere del Milan. Anche noi, come altri, vogliamo dare il nostro parere. Intanto Oscar Damiani non stigmatizza il gol sul proprio palo, ma dice una cosa molto importante. Ovviamente è il suo parere, però tocca un problema che nessuno vuol veramente analizzare con onestà.

In Italia abbiamo sempre avuto 4 o 5 portieri che potevano giocare tranquillamente in Nazionale, dai tempi di Zoff, per passare ai tempi di Zenga, e poi di Pagliuca. Poi è arrivato Buffon. Curiosamente da quel momento l’Italia non è riuscita ad esprimere più portieri di alto livello. E, se badate bene, sono vent’anni che questa situazione va avanti. L’unico portiere che ha giocato anni veramente ad alto livello – e da noi sottovalutato - è stato Sirigu.

Che qualche portiere giochi in serie A da un anno o due con squadre di metà classifica non è neanche lontanamente sufficiente per sbugiardare Damiani e dire che in Italia la scuola dei portieri è migliore delle altre. Anzi, se osserviamo con obbiettività, i fatti dicono esattamente il contrario.

Qualcuno sostiene che i portieri stranieri che arrivano in Italia poi migliorano grazie ai preparatori italiani. In qualche caso è vero (a noi piace citare l’Udinese) ma sono casi sporadici. Per la maggior parte portieri sconosciuti, o che giocano nelle loro rispettive nazionali, arrivano, fanno qualche mese non convincono e vengono rispediti al loro paese. Invece portieri di livello che arrivano in Italia si confermano estremamente validi, come Diego Lopez e Reina.

Fontana ha sostenuto che lui, Ballotta, Antonioli, che ai tempi erano buoni portieri ma non eccezionali, negli ultimi anni di carriera (a oltre 40 anni!) erano diventati tra i migliori perché il livello si era abbassato.

Ma cos’è che si è abbassato? Il livello generale dei portieri o quello dei portieri italiani? Se prima gli italiani erano i più forti, nel momento in cui – eccezione Buffon – essi sono venuti a mancare, il livello si è abbassato alla media dei portieri stranieri, che prima erano inferiori agli italiani. Questa può essere una lettura.

Ma oggi, se guardiamo le immagini che ci vengono dall’estero, e che vengono postate in vari siti dedicati ai portieri, ci sembra che in generale i portieri stranieri siano migliori dei giovani italiani.

La cosa, a noi di Votiportieriseriea dà parecchio fastidio. Ed è il motivo principale che ci ha spinti ad aprire il sito.

Guarda caso, il declino dei portieri italiani è cominciato da quando si è snaturata la tecnica del portiere, stravolgendola e modificandola completamente. Abbiamo anche rilevato che gli allenatori dei portieri delle squadre di serie A spesso non si rendono conto pienamente delle idee di tecnica e di allenamento che vengono applicate ed insegnate nelle giovanili.

Il dato di fatto però è che se qualche tempo fa in serie A giocavano Tacconi, Zenga, Pagliuca, Galli, Marchegiani e via andare, oggi i giovani portieri che calcano il palcoscenico della serie A fanno fatica a rimanerci, ma soprattutto non vanno nelle grandi squadre, che preferiscono portieri stranieri.

Il problema non pare esserci nel momento in cui i giovani arrivano in serie A, sembra nascere nelle giovanili e nei metodi di impostazioni cosiddetti “moderni”. Saranno moderni ma i fatti dicono che forse non sono del tutto efficaci.

I fatti qualcosa vorranno pur dire….     

Ti piace questo articolo? Condividilo!

 
Powered by Informind
Copyright © 2011. All Rights Reserved. XHTML e CSS validated.