News

Il commento

10/12/2017

LUOGHI COMUNI E FALSI MITI: LA POSTURA DI ATTESA

LUOGHI COMUNI E FALSI MITI: LA POSTURA DI ATTESA Con il presente articolo vorremmo cominciare una sorta di “campagna” contro alcuni, tra i tanti,   luoghi comuni che incid...
Continua...

Varie

15/10/2017

UNA ANALISI STATISTICA SUI GOL SUBITI DA LONTANO

ANALISI STATISTICA DI LUCA QUEIROLO SUI GOL PRESI DA LONTANO Come abbiamo ripetuto più volte non siamo amanti delle statistiche. Sì, perché esse possono portare a deduzioni...
Continua...

L'intervista

28/01/2014

FABRIZIO LORIERI

INTERVISTA  A FABRIZIO LORIERI, PREPARATORE DEI PORTIERI DEL SASSUOLO.  E’ con noi il preparatore dei portieri del Sassuolo, Fabrizio Forieri, che molti ricorderanno, tra le alt...
Continua...

Tecnica del portiere

22/08/2017

TECNICA DEL PORTIERE: E’ il doppio impulso che conta? Vogliamo fare una piccola riflessione parlando di insegnamento della tecnica del portiere. Come è facile verificare, le idee d...
Continua...

Le vostre domande

21/01/2012

LE VOSTRE DOMANDE (18 risposte)

nr.18 risposte             Gli utenti che ci invieranno domande di interesse generale troveranno risposta in questa rubrica. 18) Ant...
Continua...

UN PO' DI COSE FRIVOLE...

Il commentoPubblicato Lunedì 29/11/2010

UN PO DI COSE FRIVOLE…

Non ce ne vogliate se oggi parliamo di cose assolutamente poco importanti o marginali. Avvertiamo in anticipo che tutto quello che diremo sarà opinabile, ma siamo sicuri che qualche spunto di riflessione, sopratutto per i giovani portieri, salterà fuori.

Parliamo di come si presenta il portiere in campo.

La regola base, in cui noi crediamo, è che il portiere debba sembrare un buon portiere al solo vederlo. Tifosi e avversari devono cioè avere immediatamente una sensazione di qualità e concretezza del portiere, già solo quando entra in campo. Ciò implica un abbigliamento e un comportamento dell’estremo difensore che desti questa impressione, che faccia pensare: “Cavolo, questo portiere deve essere forte…”

Il discorso appare banale ma non lo è: una certa sobrietà è auspicabile perché, nonostante si dica che i portieri debbano essere matti, i compagni preferiscono di gran lunga un portiere quadrato e affidabile in tutte le situazioni.

E allora, portieri con tutacce dei pantaloni tagliate con le forbici, con maglie troppo sgargianti o multicolori, con fasce improbabili per tener fermi i lunghi capelli, sappiate che presentarsi in questo modo porta a due possibili risultati. Se va tutto bene la gente dirà: “Che forte quel portiere, è proprio matto!”, ma quando capita una giornataccia le stesse persone (che, ovviamente non sanno giudicare un portiere) diranno: “Ma chi è quel pagliaccio?”

A voi la scelta.

Approfittiamo per concludere con un altro commento, anche questo assolutamente opinabile: le scarpe bianche.

A tutti i livelli oggi vanno di moda le scarpe da calcio bianche. Queste hanno un difetto: da lontano e in tv sembrano scarpe da tennis, soprattutto sotto calzettoni scuri o tuta nera.

Una volta ne abbiamo fatto un accenno commentando un portiere con tutona dei pantaloni nera e scarpe bianche. Diciamo la verità, sembrava un dopolavorista ai giardini. Date un occhio alle immagini di molti dei portieri (vi ricordate Dida?) ma anche di giocatori di serie A.

Infatti le scarpe bianche hanno anche un altro difetto: fanno sembrare i piedi a papera. Non ce ne voglia Del Piero, che stimiamo e apprezziamo, ma date un’occhiata alle immagini di quando corre con le scarpe bianche e calzettoni scuri…    

Ti piace questo articolo? Condividilo!

 
Powered by Informind
Copyright © 2011. All Rights Reserved. XHTML e CSS validated.