News

Il METODO VOTIPORTIERISERIEA

11/03/2018

IL METODO

IL METODO DI VOTIPORTIERISERIEA In vendita il metodo del fondatore ed autore di questo sito, Stefano Cordoni, per gettare le basi di impostazione del tuffo del portiere di calcio Calzetti&a...
Continua...

La tecnica

17/06/2018

PORTIERI ALL’ATTACCO PALLA: VI RACCONTIAMO COME E’ ANDATA…

PORTIERI ALL’ATTACCO PALLA: VI RACCONTIAMO COME E’ ANDATA… Come voi che ci seguite sapete bene, la nostra visione è piuttosto diversa da quella che oggi viene definita...
Continua...

Varie

28/11/2018

ANCORA CON LA SCUOLA ITALIANA DEI PORTIERI?

ANCORA CON LA SCUOLA ITALIANA DEI PORTIERI? MA NON FATECI RIDERE… Avvertenze: la lettura di questo articolo prevede il tempo di almeno mezz’ora, se lo si legge superficialmente sen...
Continua...

Il commento

14/06/2018

VOTIPORTIERISERIEA CHIUDE (ABBIAMO FALLITO)

VOTIPORTIERISERIEA CHIUDE (O QUASI): ABBIAMO FALLITO! Ebbene sì, signori. Abbiamo fallito nel nostro intento. Otto anni fa c’era qualcosa che non ci tornava nell’impostaz...
Continua...

L'intervista

28/01/2014

FABRIZIO LORIERI

INTERVISTA  A FABRIZIO LORIERI, PREPARATORE DEI PORTIERI DEL SASSUOLO.  E’ con noi il preparatore dei portieri del Sassuolo, Fabrizio Forieri, che molti ricorderanno, tra le alt...
Continua...

Le vostre domande

21/01/2012

LE VOSTRE DOMANDE (18 risposte)

nr.18 risposte             Gli utenti che ci invieranno domande di interesse generale troveranno risposta in questa rubrica. 18) Ant...
Continua...

LA CRISI DI VOCAZIONE NEL RUOLO DEL PORTIERE

La tecnicaPubblicato Domenica 31/08/2014

LA CRISI DI VOCAZIONE NEL RUOLO DEL PORTIERE

Non so se sta capitando anche a voi, ma negli ultimi anni nel ruolo del portiere sembra si assista a una crisi di vocazione da parte dei ragazzini. 

Nelle  giovanili si hanno sempre maggiore difficoltà a riempire gli organici delle varie categorie con due portieri, e spesso chi  fa il portiere non lo fa per scelta ma magari perché non ha sbocchi giocando fuori, rendendo ancora più difficile il compito di educatori e preparatori dei portieri.

Ma perché oggi tutti vogliono essere Messi, Cristano Ronaldo e Balotelli, ma in pochi vogliono diventare come Buffon e Handanovic?

Proviamo a dare qualche risposta…

-Effetto emulazione: Buffon è l’unico portiere italiano di grande personalità e di respiro internazionale. La sua immagine negli ultimi anni è fisiologicamente e, aggiungiamo noi, normalmente un po’ in calo.
 I ragazzi hanno bisogno di idoli (ricordate Tomba?) e  ahinoi non si vedono all’orizzonte portieri-personaggi che siano altrettanto affidabili e forti. Pur con peculiarità diverse lo era Buffon con il suo modo un po’ guascone ed estroverso, lo era Zenga con la sua esplosività, i suoi nomignoli ed il suo lungo ciuffo calato sulla fronte , lo era Zoff con la sua integrità e la sua pacatezza.
E oggi??

-Una volta i ragazzini sognavano di  buttarsi, di volare, di parare “ nel sette”: era quello che li spingeva a voler fare il portiere. Oggi molti allenatori dicono che volare serve solo per i fotografi, che va bene per il circo e che serve a niente. E allora cosa possono sognare i ragazzini? Di fare una parata ordinaria? Di rinviare bene?

- Oggi il portiere deve avere i piedi buoni. Ma il bello è che si pretende che abbia i piedi migliori addirittura dei propri difensori... Quindi non solo uno deve saper fare il portiere, ma deve avere anche dei piedi degni di un centrocampista! Al primo errore coi piedi poi, apriti cielo (Marchegiani perse la nazionale in questo modo)…

-Chi fa il portiere sa sin da ragazzo che deve essere pronto  a sopportare il fatto che appena subisce gol qualcuno lo accusa, ma, in generale è sempre stato più o meno così anche perché i compagni difficilmente lo difendono e lo difendevano in caso di errore (anzi, è sempre l’alibi più comodo),  ma spesso anche gli allenatori – tasto dolente – difficilmente comprendono le dinamiche del portiere.  Ergo: quanti sono i ragazzini che amano talmente il ruolo da avere il tempo di farsi una corazza bella dura e sopportare le critiche (spesso anche ingiuste) se poi anche al primo volo vengono richiamati all’”ordine” perché ritenuto inutile?

-Esempi di serie A, che però non possono passare inosservati. Agazzi annunciato nuovo portiere del Milan. In preparazione sbaglia una partita ed è fuori.  Il Milan compra un altro portiere.
 Ai giocatori di movimento questo non accade o per lo meno ciò che per il portiere è una costante per loro è solo un eccezione, gli vengono date più opportunità per rimediare.
 Conclusione: bisogna avere  anche un bel po’ di fortuna… Persino una partita in piena preparazione d’agosto decide il destino di un portiere!

La conclusione più ovvia  qual è? Ma chi glielo fa fare a un ragazzino a prendersi tutte queste beghe?

Eppure…

Ti piace questo articolo? Condividilo!

 
Powered by Informind
Copyright © 2011. All Rights Reserved. XHTML e CSS validated.